Sardegna 2016 cicloturismo

Is Arutas1 tappa sa 28.5 Oristano-San Salvatore km 22 disl m 87

2 tappa do 29.5 San Salvatore-Bosa Marina km 70 disl m 850

3 tappa lu 30.5 Bosa Marina-S. Maria la Palma km 78 disl m 1000

4 tappa ma 31.5 S. Maria la Palma-Porto Torres  km 94 disl m 700Grupposardegna16

5 tappa me 1.6 Porto Torres-Isola Rossa km 66 disl m 800

6 t gi 2.6 Isola Rossa-Palau km 74 m 910

7 tappa ve 3.6 Isola della Maddalena km 35 disl m 452

8 tappa sa 4.6 Palau-Olbia km 72  m 1000

Posted in Senza categoria | Comments Off on Sardegna 2016 cicloturismo

Abruzzo in bdc 2016

11.5 mer Varese – Pescara – Francavilla al M. – Chieti – Guardiagrele   km 55 disl m 1200

1 copia

12.5 gio Guardiagrele –  Palena (band. arancione 2015 tci) – Passo d. Forchetta – Pescocostanzo –  Sulmona km 100 disl m 1600 (Giro Maiella)

2

 13.5 ven Sulmona – Anversa d. Abruzzi – Scanno – 3 Pescasseroli km 80 disl m 1600

14.5 sab Pescasseroli – Popoli – Navelli  80 km disl m 1300

4

15.5 dom Navelli – Castel del Monte   – Fonte Cerreto – L’Aquila (Campo Imperatore e Gran Sasso) km 100 disl m 17005 Navelli-L'Aquila

16.5 lun  L’Aquila – Rocca di Mezzo – Ovindoli – Avezzano (Parco regionale Sirente-Velino  + Piana del Fucino) km 90 m 10006

17.5 mar Avezzano – Tagliacozzo – Arsoli – Tivoli km 85 disl m 500 + Treno Tivoli-Roma7a

Roma St. Tiburtina-P.za dei Quiriti km 87b

18.5 mer Treno Roma-Milano-Varese

fotoPedalando nel Piccolo Tibet

superLa natura dell’Abruzzo, terra di orsi e di scrittori, ha un vestito che la gente di qui non le aveva mai visto addosso in primavera. Le conifere che punteggiano i costoni della Maiella e del Gran Sasso fino a una certa quota, perché poi tutto scompare a causa dell’implacabile furia dei venti, sono come bruciate. Il verde è stato coperto da un velo uniforme di ruggine, il colore dell’inverno, e siamo a maggio inoltrato. La colpa è di una gelata micidiale: c’è stata neve mista a grandine, le temperature sono crollate, pini, abeti e soprattutto faggi, nella stagione dei nuovi germogli, hanno subito un ictus collettivo. Passata la bufera, il paesaggio si è risvegliato dal coma invecchiato, infeltrito, ingiallito.
Continue reading

Posted in Senza categoria | Comments Off on Abruzzo in bdc 2016

Giro dei 3mari 2015 by free

g 28.05 1 t  Napoli-Piano di Sorrento km 55 disl m 490 www.bluegreenvillage.com

v 29.05 2 t Piano di Sorrento-Pontecagnano km 42 m 887 www.laislaresortsalerno.com

s 30.05 3 t Pontecagnano-Ogliastro Marina km 56 m 400  www.hotelristorantesirena.it

Agropoli. Si parte dal porto, luogo pittoresco dal quale si osserva la rupe su cui sorge il borgo antico di Agropoli. Poi ci si dirige verso Punta San Francesco, dove sorge una chiesetta dedicata al santo che qui predicò ai pesci nel 1222. Ben presto si arriva alla baia di Trentova, un luogo che offre tramonti indimenticabili; qui termina l’asfalto e inizia l’aggiramento del Monte Tresino (356 m) che ora ci appare innanzi.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Comments Off on Giro dei 3mari 2015 by free

Puglia 2015

superNon si entra in braghe da ciclista nella cattedrale di Trani che s’affaccia su un mare sublime di fianco al porticciolo. Don Nicola, il custode di questo tesoro dell’undicesimo secolo, è cortese ma severo: «Mica posso lasciarvi passare con i gioielli di famiglia in bella mostra», dice. E lancia un’occhiata furtiva alle guaine che stringono sul cavallo le gambe di undici pedalatori spuntati da chissà dove. «Gioielli di famiglia? È anticaglia, padre», tenta una difesa pudica il più loquace del gruppo over 60. Ride il sacerdote e prima di cedere spiega il vero motivo del suo altolà : «Con quei tacchetti spigolosi mi rovinate il pavimento.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Comments Off on Puglia 2015

Sardegna 2014

superIn sella all’isola che non c’è. − In tutti i luoghi del mondo c’è un minuto dopo l’ora del tramonto in cui le cicale smettono di cantare nei mesi estivi, pecore e armenti di ricordare con i loro versi al forestiero di città i suoni naturali della vita. Nella campagna tra l’Ogliastra e il Mandrolisai, nomi antichi di regioni della Sardegna, in un rifugio dell’anima chiamato “Su zeminariu” – poi spiegheremo perché – accade anche dell’altro: in quel momento, se si capita nei giorni giusti, spunta la luna dal monte. E il pensiero corre alle launeddas, strani strumenti a fiato, che anni fa resero famosi i Tazenda nelle canzoni di Pierangelo Bertoli.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Appenninbici 2014

Gruppoappennini

25.04.14 Forlì-Santa Sofia m 534 km 42 Agrit.La luna

26.04 Santa Sofia-Casteldelci m 1390 km 52 Agr. Il capanno

27.04 Casteldelci-Urbania m 1160 km 55 Country House Il Parco Ducale

28.04 Urbania-Gubbio m 1100 km 53 Hotel S.Marco

29.04 Gubbio-Fiuminata m 980 km 64 Agr.  La castagna

30.04 Fiuminata-Abbadia di Fiastra m 477 km 50 Alb. La foresteria

1.5 Abb. di Fiastra-Force m 1400 km 46 Alb. La vecchia posta

2.5 Force-Torano Nuovo m 757 km 50 Agrit. Villa Fiore

3.5 Torano Nuovo-Alba Adriatica m 51 km 15

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Tirreno-Adriatico 2013

superE’ il quarto giro proposto dal nostro gruppo ciclistico. Dopo Bedonia, Tenerife e la Sicilia orientale 2012  è la volta  dell’Italia centrale. L’idea originaria era quella di andare in Corsica ma il  trasferimento con il traghetto e il faticoso percorso  ci costringono a rimandarlo. Un tour più turistico riceverebbe più consensi: la Tirreno-Adriatico per esempio. Raggiungeremo Cecina con un pulmino opportunamente noleggiato. Qui inizierà  l’interessante pedalata alla scoperta della storia, della gastronomia e del paesaggio di tre regioni  tra le più belle d’Italia. Il tour ci permetterà di liberare i nostri sensi alla scoperta dei  paesaggi della Toscana e del verde dell’Umbria. Gustare i piatti tipici specialmente a Volterra, Pienza e Norcia ed ascoltare le persone  che incontreremo giustamente stimolate dal nostro curioso gruppo. Continue reading

Posted in Senza categoria | 1 Comment

Sicilia orientale 2012

super

In bici con Montalbano.  — Vedendolo prendere a forchettate un piatto di spaghetti ai ricci, ci è venuta voglia di chiamarlo a squarciagola come fa Catarella nella fiction tv, catapultandosi fuori dalla sua guardiola di questurino: “Dottòre, dottòre…”  con le “o” allargate al massimo. Ma gli avremmo “scassato i cabbasisi” e ci siamo trattenuti. Era lì in braghe da bagno e camicia aperta su petto, seduto al tavolo di un ristorantino sulla spiaggia; si godeva la vista di un marte superbo, aveva al suo fianco la bella compagna Luisa Ranieri, la figlioletta Emma a una tata creola con i capelli lisci e neri più dell’ebano.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Comments Off on Sicilia orientale 2012

2011 Canarie

CANARIE  Saluti e bici dalla cima del Teide. − Le narici del Teide non respirano e non emettono fumi giallastri dal 1919, la data dell’ultima eruzione. Se ne stanno lì, a metà del cono di roccia, e si fanno fotografare, in una giornata tersa, da quanti arrivano quassù, a 2500 metri di quota, dopo aver spinto alla morte sui pedali per vedere che effetto fa scalare in bicicletta da corsa, non lo Stelvio e nemmeno il Sella, ma un vulcano piantato in mezzo al mare, anzi all’oceano. Diamo le coordinate: isola di Tenerife, Arcipelago delle Canarie, balene e delfini al largo, per la gioia dei turisti che li vanno quasi a toccare da una barca, deserto di pietra in alto, per il godimento un po’ masochista di un gruppo di bikers che sono arrivati, in aereo e non a nuoto, da Varese. La sommità della montagna, ai bordi della quale si apre uno spettacolare cratere, sta a 3718 metri. La strada si ferma, per fortuna, un chilometro più sotto in linea d’aria dopo una salita che di chilometri ne conta cinquantuno. L’ascensione non ha strappi, ma non da tregua. Si sale sempre vedendo il mare che si allontana laggiù. Emozioni di colore e continui cambi di paesaggio: prima bananeti e cespugli di fiori gialli ai bordi della via, poi prati neri, come se l’erba coperta da un velo di polvere di lava avesse subito una mutazione genetica, infine alte conifere che annunciano, l’inizio del nulla. L’aria è frizzante, la spianata accompagna l’occhio verso le pendici di una montagna che improvvisamente si impenna fino a cercare le nuvole (quando ci sono). I sassi sono un arcobaleno di tinte: dominano il giallo e il rosso interpuntati da striatura di verde. Siamo una sudata dozzina. Nibali e Contador sono decisamente un’altra cosa. Ma non buttiamoci giù: le gambe hanno tenuto, il fiato pure, senza morti né feriti siamo arrivati tutti fin quassù dove veniva ad allenarsi Pantani, ci racconta Pedro, il portiere di notte dell’albergo in cui siamo alloggiati davanti a Playa de Las Americas. Grande pirata, quanto ci manchi. Dicono che il campionissimo partiva di buon mattino, faceva una serie di ripetute e di scatti lungo le salite dritte come spade, accumulava ossigeno e imparava a volare. “Ciao Italiani”, ci saluta un collega tedesco alla fine del patibolo. Attacca discorso e vuole sapere di Berlusconi e del bunga-bunga. Anche qui (G. Spartà).

Las Arenas-Garachiqo-Santiago del Teide-Las Arenas

Las Arenas-Canadas del Teide-Las Arenas

Las Arenas-La Orotava-Las Arenas

 

Posted in Senza categoria | Comments Off on 2011 Canarie

Come eravamo 2003 Avignone-Lourdes

13.6 Prima tappa: Avignone-Lattes/Montpellier Km 105

Partiamo da Varese all’alba per arrivare ad Avignone a mezzogiorno. Daniele,  Gianni e Fernando sono i protagonisti di questo tour  accompagnati da Giuliano paziente autista del pulmino.  Breve visita della città senza tralasciare il Palazzo dei Papi poi lungo il Rodano comincia la nostra avventura. E’ il primo pomeriggio quando ad Aramon le nostre limitate riserve energetiche finiscono. Troviamo l’unica locanda aperta ma con il cameriere di cattivo umore, un piatto di pasta potrebbe andar bene ma lui consiglia e serve solo pollo e patatine.

Continue reading

Posted in Senza categoria | 1 Comment